CHIAMAPRENOTA
s

FUSION KITCHEN

EXPLORE DREAM.  TASTE.
FOLLOW US
morsel@yourdomain.com
+88(0)101 0000 000
c

Al Bakker si ritrovano cucina e design

bakker - ristorante di carne milano (4)

Al Bakker si ritrovano cucina e design

Come la cucina del Bakker unisce nuove tecniche di preparazione della carne e vino italiano, così l’architettura del locale unisce la cultura palestinese con quella italiana.

 

L’equilibrio dei contrasti

Così l’architetto Sliman Darawshi definisce lo stile del Bakker, nuovo ristorante di carne a Milano, di cui ha curato la realizzazione. Il locale è un elegante gioco di equilibri tra memoria e nuove contaminazioni, tra rigore e poesia, tra atmosfere mediterranee e tratti metropolitani.

bakker - ristorante di carne milano (1)

L’architetto e interior designer, nato a Nazareth e laureato al Politecnico di Milano, con un background multiculturale, ha creato un luogo dalla forte identità, ritratto dei due giovani proprietari di origine palestinese e della cucina che unisce i sapori della loro infanzia a nuove tecniche di preparazione della carne con la grande tradizione vinicola italiana.

Il Bakker propone un viaggio emozionale attraverso paesaggi lontani e culture diverse, reinterpretate in modo creativo per offrire un’esperienza inedita agli ospiti del locale.

 

Un’immersione totale nella natura

Lo spazio è stato diviso in una sequenza di sale delimitate da pannelli fissi per creare spazi più intimi. I pannelli sono stati decorati con delle illustrazioni ispirate ai palmeti delle oasi reinterpretati in chiave contemporanea. Le pareti, invece, sono state decorate con un motivo a righe ottenuto da una particolare lavorazione dell’intonaco per rappresentare i filari dei vigneti. Il colore del pavimento richiama la terra, mentre l’utilizzo di diverse tonalità di verde per le pareti crea un effetto rilassante.

bakker - ristorante di carne milano (3)

Alzando lo sguardo, si può ammirare il soffitto modellato a tronchi di piramide, un segno architettonico forte, voluto per marcare gli ambienti e richiamare antiche tradizioni costruttive arabe. Ai vertici sono posizionate iconiche lampade in ottone e vetro soffiato che diffondono scenari di luce diffusa, leggere strutture in equilibrio come rami dove poggiano piccoli uccelli luminosi, un altro richiamo ricercato alla natura.

 

Grande attenzione ai dettagli

Appena entrati nel ristorante si trova lo spazio dedicato all’accoglienza e alla condivisione dominato dal bancone del bar, che abbina la lucentezza dell’ottone alla matericità del marmo di Carrara, e da un lungo tavolo in legno massello per piacevoli momenti conviviali.

Sulla sinistra c’è la grill room: qui è possibile cenare ammirando il lavoro degli chef alla griglia, realizzata su misura per il locale. La struttura è uno spesso ordito in ferro crudo e vetro per rimarcare con decisione il gesto ruvido della preparazione della carne. Dal lato opposto c’è un ambiente più riservato che nasconde una piccola sorpresa che non vi vogliamo svelare, dovete venire a scoprirla di persona.

bakker - ristorante di carne milano (2)

Gli elementi d’arredo, rigorosi e semplici, sono perfettamente inseriti in questo ambiente in un gioco misurato di finiture e materiali, sofisticato ma senza eccessi. L’esterno del locale ospita un dehor, che offre la possibilità di mangiare come su una terrazza, è arredato con tavolini e sedute che anticipano l’eleganza degli interni del Bakker.

Per provare le emozioni che può regalare questo ristorante di carne a Milano dovete solo accomodarvi ad uno dei suoi tavoli. Avrete la possibilità di ammirare questo luogo dal design ricercato e assaggiare una cucina che sa sorprendere con piatti di carne Dry Aged e della tradizione palestinese, accompagnati da ottimi vini italiani. L’esaltazione dei contrasti.